Vin de la Neu 2018

Denominazione: Johanniter Igt Vigneti delle Dolomiti
Vitigni: Johanniter 100%

Il territorio: Val di non
Collocazione geografica: Coredo particella 209
Altitudine: 832 m s.l.m.
Esposizione: Sud-Est
Tipologia di terreno: Dolomia
Sistema di allevamento: Alberello
Anno di impianto: 2012
Densità di impianto: 16.600 viti/Ha
Resa: 50 hl/ha
Sesto d’impianto: 1.00 m x 0.60 m

Vinificazione e invecchiamento
Vendemmia: Raccolta manuale in piccole cassette da 10 kg
effettuata la mattina dell’8 ottobre 2018
Vinificazione: pressatura soffice seguita da chiarifica statica in
vasche di cemento non vetrificato
Fermentazione: In barrique di rovere francese da 225 lt
Temperatura di fermentazione: 16°C
Durata della fermentazione: 20 giorni
Fermentazione malolattica: sì totale
Affinamento: 11 mesi in barrique di rovere francese da 225 lt seguita da 14 mesi di affinamento in bottiglia prima della messa in commercio
Bottiglie prodotte: 491 bottiglie e 30 magnum

Dati analitici
Grado alcolico: 12.48% Vol
Acidità totale: 6.70 g/l
Zuccheri residui: 1.10 g/l
Acidità volatile: 0,40 g/l
pH 3.16

Caratteristiche dell’annata

Annata classica.

Inverno freddo e nevoso seguito da una primavera con diverse piogge. L’estate è stata secca, calda e asciutta e le viti, dopo uno sviluppo vegetativo importante ma regolare hanno rallentato la loro crescita. Superate le piogge di fine agosto il clima è stato sereno e fresco permettendo alle uve di arrivare sane e mature al momento della vendemmia.

Lo Johanniter mostra tutto il suo carattere in questo millesimo.

Note degustative

Vista: Il vino è limpido, brillante e si presenta di colore giallo limone con riflessi tendenti al verde.

Naso: L’intensità dei profumi è elevata ma mai sfacciata. Si riconoscono sentori di agrumi e si percepiscono caratteristiche erbacee di fieno tagliato, e di fiori bianchi.

Palato: Il vino è secco caratterizzato da un’elevata acidità che garantisce dinamicità e facilità di beva rendendo il vino snello e vibrante allo stesso tempo. Gli aromi percepiti al naso si ritrovano in bocca. Il vino è sapido e il finale è decisamenteminerale.