Pubblicati da Vin de la Neu

Vin de la Neu, Vigneti delle Dolomiti Igt 2015

Siamo in Trentino, comune di Còredo, nel cuore della Valle di Non. Vin de la Neu, “il vino della neve”, nasce da un’intuizione di Nicola Biasi, giovane enologo, con alle spalle esperienze in importanti realtà vinicole del Belpaese. Un progetto inedito soprattutto per la scelta varietale. Il vitigno selezionato è infatti il Johanniter, in Italia […]

Merano capitale del vino: protagonisti 950 produttori.

…Esclusività e innovazione. Con massima attenzione ai cambiamenti climatici, alla viticoltura ecosostenibile. Per quest’ultima ecco l’anteprima dei vini PIWI, quelli da uve che resistono alle malattie delle piante senza dover chiedere aiuto alla chimica. Proposte da giovani enologi trentini, Nicola Biasi su tutti, con il suo vino da uve Johanniter – Vin de la Neu […]

Merano WineFestival: il top d’Italia e del mondo nel calice, il futuro del vino nei pensieri

I più grandi vini d’Italia in degustazione, con una finestra aperta sul mondo, i focus sui vini naturali e sui vini da vitigni resistenti, i cosiddetti “Piwi”, ma anche alla tendenza dei vini rosati. E, ovviamente, l’eccellenza enologica certificata dai “Platinum Award”, così come quella enogastronomica, con il Belpaese riunito, e il territorio dell’Alto Adige […]

Vin de La Neu, la prima verticale a Venezia

Nel sofisticato scenario del ristorante Aromi dell’Hilton Molino Stucky Venice, il Trentino Alto Adige e Nicola Biasi saranno i protagonisti di una serata dedicata a tutte le annate prodotte di Vin de La Neu abbinate ai raffinati piatti proposti dallo chef Ivan Catenacci.

Il miglioramento genetico per una viticoltura sostenibile

“La mia scelta – racconta Nicola Biasi in veste di titolare dell’azienda- è caduta sul Johanniter, un incrocio tra Riesling e Pinot grigio. La scelta di un vitigno resistente comporta, chiaramente, delle differenze di approccio in vigna e in cantina. Tali varietà sono ‘resistenti’ ma non ‘immuni’ alle malattie fungine…

PIWI. UNA RIVOLUZIONE

Per alcuni sono la prossima rivoluzione enologica, in grado di far fronte in maniera sostenibile alle mutate condizioni climatiche e produttive. Per molti sono sconosciuti. Per i tecnici sono semplicemente PiWi, acronimo del tedesco PilzWiderstandfähig, vitigni “resistenti ai funghi” sempre più diffusi in Europa e da qualche anno autorizzati anche in Italia…